Partner im RedaktionsNetzwerk Deutschland
Radio Logo
Der Stream des Senders startet in {time} Sek.
StartseitePodcastsPolitik
Radio 24 - Reportage

Radio 24 - Reportage

Podcast Radio 24 - Reportage
Podcast Radio 24 - Reportage

Radio 24 - Reportage

hinzufügen

Verfügbare Folgen

5 von 30
  • "A destino", teatro e cittadinanza per la memoria della strage di Bologna - di Silvia Giralucci
    Quando un treno raggiunge la sua destinazione finale, nel gergo dei ferrovieri si dice che il treno è giunto "a destino".L'idea alla base del laboratorio condotto dal Teatro dell'argine a Bologna ha a che fare proprio con il condurre a destino dei viaggi interrotti: quelli delle 85 persone che morirono nella strage di Bologna. Il 2 agosto 85 volontari che si sono incontrati per due mesi per un laboratorio partono con una valigia bianca per portare a compimento i viaggi rimasti in sospeso. Un rito di teatro civile per tenere viva la memoria.
    7/30/2022
  • Mogol: oltre la musica, salute e vita
    E' l'autore per eccellenza: in Italia quando si parla di testi di canzoni si pensa subito a Giulio Rapetti Mogol. Nella sua storia, ha scritto migliaia di brani di successo, ha creato la Nazionale cantanti, ha fondato la sua scuola, il Cet, è diventato presidente della Siae. Ora, però, ha un nuovo progetto, che va al di là della musica: si chiama "La Rinascita" e coinvolge decine di primari e professori della medicina del nostro Paese. Lo scopo? Studiare la prevenzione primaria, che ci aiuta a vivere bene e a lungo. Il centro avrà sede ad Avigliano Umbro, dove abbiamo incontrato proprio Mogol. A spiegarci la valenza scientifica del progetto, Gianni Giovannini, già direttore generale dell'Azienda osperdaliera di Terni e Vito Cantisani, vicepreside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria de La Sapienza di Roma.
    7/24/2022
  • REPORTAGE - Donne in rosso
    Nelle storie di violenza c'è sempre un momento chiave: quando si fa la telefonata per chiedere aiuto, quando ci si affida al centro antiviolenza, quando si denuncia. Quando si trova un lavoro. Quando i bambini rimasti orfani e le loro famiglie cercano di rimettere insieme i pezzi. Ed è la persona che si incontra a fare la differenza: le forze dell'ordine, il giudice, l'avvocato, l'assistente sociale, lo psicologo, le istituzioni decidono il destino della donna, dei suoi figli, delle famiglie. Ma se una donna su 3 nel corso della vita subisce violenza, se una ogni 72 ore muore - nella maggior parte dei casi per mano del compagno o ex -, se 2000 orfani con le famiglie si scontrano con burocrazia e solitudine, se alle donne ancora non si crede... che cosa non funziona? Quali sono le possibili soluzioni? In sei reportage racconteremo le storie di chi lotta contro la violenza. Chiederemo agli attori coinvolti come andare oltre gli stereotipi e garantire un futuro a donne, bambini, famiglie.Bambini senza voce di Livia Zancaner "La mattina del 5 ottobre veniamo accerchiati dalle forze dell'ordine, io vengo allontanata e trattenuta. Per 4 ore mio figlio si dimena e urla: voglio la mamma, voglio stare a casa mia. Alla fine sale sull'ambulanza. Lì ho pensato: tutto è perduto". Questo il racconto di mamma T. Ora Miki, 11 anni, si trova in comunità, lei non sa dove. Una storia simile è accaduta neanche un mese fa a Casalmaiocco, dove Gabriele, 9 anni, viene portato via mentre sua mamma è in comune. D. 6 anni viene invece prelevato mentre è a scuola. Questi bambini ora si trovano lontano dai loro affetti, dalle mamme, dalle persone con cui hanno sempre vissuto. Il motivo: garantire la bigenitorialità e avvicinarli a padri che non li volevano, non li hanno visti per anni, hanno minacciato e a volte percosso. Anche con allontanamenti forzosi, che "sono da stigmatizzare", sottolinea l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, Carla Garlatti, la quale ha firmato un protocollo con il Ministero degli interni e il Consiglio nazionale dell'ordine degli assistenti sociali. "Il trauma arrecato a questi minori è insostenibile ed è inaccettabile che ciò avvenga per mano dello Stato", il commento della presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, Valeria Valente.
    7/23/2022
  • Sos salute mentale - di Rosanna Magnano
    La pandemia che non molla la presa, la guerra che incombe e la crisi economica sono tutti fattori che in Italia hanno un pesante impatto sulla salute mentale della popolazione. Con un aumento del 30% per le diagnosi di depressione e altre patologie psichiche, soprattutto tra giovani e studenti. I servizi per la salute mentale sono in grado di offrire un'adeguata presa in carico di queste patologie? Il diritto alla salute mentale in Italia è garantito? La risposta purtroppo è già negativa. A fronte di questa emergenza gli investimenti pubblici, che sarebbero dovuti crescere almeno fino al 5% del fondo sanitario nazionale, per raggiungere l'obiettivo del 10% indicato in sede comunitaria per i Paesi ad alto reddito, sono tracollati dal già misero 3,5% del 2018 a 2,75% del 2020. A tutto questo si aggiunge la fuga del personale, sia medico che infermieristico, da dipartimenti già sotto organico da anni. Tanto che nel 2025 mancheranno altri mille psichiatri tra pensionamenti e dimissioni. Un quadro critico che richiede la massima attenzione da parte dei decisori. Per questo le principali società scientifiche della psichiatria italiana hanno ufficialmente lanciato un Sos. Nel reportage di Radio 24 ripercorriamo con gli specialisti della mente i punti deboli delle cure pubbliche e cerchiamo di capire come vanno rafforzati e aggiornati i modelli di presa in carico dei nuovi disagi.
    7/17/2022
  • Taxi, un viaggio tra proteste e innovazioni - di Alessandro Arona
    Sono riesplose in tutta Italia le proteste dei taxisti, programmate o selvagge, e per molti giorni trovare un'auto bianca è diventato impossibile. Nel mirino ci sono le ipotesi di riforma del settore delineate nei principi della legge delega sulla concorrenza, ma i nodi (storici) sono sempre gli stessi: il numero di taxi disponibili, come assegnare le licenze, il loro costo, le regole e l'abusivismo. Ma anche il timore dello strapotere delle multinazionali e delle loro piattaforme web. Viaggio nelle voci di un settore dalle molteplici anime. E focus sull'accordo pilota con Uber che ha spaccato la categoria e che entra in questi giorni in sperimentazione a Roma.
    7/16/2022

Über Radio 24 - Reportage

Sender-Website

Hören Sie Radio 24 - Reportage, 1LIVE und viele andere Radiosender aus aller Welt mit der radio.de-App

Radio 24 - Reportage

Radio 24 - Reportage

Jetzt kostenlos herunterladen und einfach Radio & Podcasts hören.

Google Play StoreApp Store

Radio 24 - Reportage: Zugehörige Sender